Estate al ….Top

con Nessun commento

Proprio così! La prima classica d’estate, il Trofeo Assoregata, disputato sotto un sole cocente, vede un solo protagonista: Top Yacht 2.0 dell’amico Stefano Antognetti. Le barche al via sono nove, ma i timonieri, quelli di punta, ci sono proprio tutti a partire dal vice campione italiano Davide Sampiero, che è al timone della barca dell’amico Ferrarini, Nekerellina. Un bel venticello, tra i sei e gli otto nodi, permette al C.d.R. di dare il via esattamente alle 12,00. Allo start bene Top Yacht, Nekerellina e Zenzero; meno bene, anzi male, Fringuello Mannaro, l’ex  velocissima 698 di Puccini, e StaGalla che si toccano e sono costrette ad un 360° poco prima dello start. Alla boa di disimpegno i giochi sembrano già fatti: Top Yacht è nettamente primo seguito da Azezigioa, Nekerellina e Zenzero. L’uscita dal varco di levante è sempre stata ostica e difficile da interpretare. E’ qui che StaGalla e Avance, con scelte azzeccate e buone manovre, recuperano posizioni fino al terzo e quarto posto. Il lato giusto è quello a destra, come ormai tutti sanno, compreso il bravo Paolo Vaccarone, al timone di Avance, che, tirando poco di più, appunto a destra, i vari bordi, riesce a sopravanzare prima il capoflotta e poi Davide Sampiero su Nekerellina. Top Yacht però è lontana, tanto lontana. La regata comunque è ancora lunga: ci sono da raggiungere il miraglio al Tino, la difficilissima boa nel canale di Portovenere e soprattutto il traguardo dentro diga che tante sorprese a volte ha riservato. Eolo però non è in vena di scherzi e si mantiene regolare, per cui in testa non succede praticamente niente. Al miraglio è sempre Top Yacht avanti, seguita da Avance, Nekerellina, StaGalla, Zenzero e via via tutti gli altri. I prodieri quasi si annoiano, visto che gli spi non vengono fatti volare neanche nel tratto miraglio-Portovenere. Anche la boa, nel seno di Portovenere, solitamente difficile, si lascia tranquillamente doppiare per cui, poca battaglia e tutto come prima. Finalmente i prodieri vengono svegliati e, uno dopo l’altro, i coloratissimi spinnaker possono finalmente colorare il golfo. Top Yacht, che già comincia a pregustare la vittoria, si tiene un po’ più alta, mentre Avance e Nekerellina seguono una rotta più diretta; StaGalla invece prova una rimonta tutto a sinistra e Zenzero a destra. Nulla, non cambia proprio nulla e non cambia neanche entro diga, se non un vistoso recupero di Zenzero su StaGalla. Si parla però del quarto e quinto posto. E’ così Top Yacht 2.0 a ricevere il meritatissimo triplice urrà. Al secondo posto chiude Avance con Paolo Vaccarone al timone che precede Nekerellina con Davide Sampiero. Naturalmente un bravo a tutti e nove gli equipaggi, che, in questa torrida domenica d’estate, hanno voluto onorare con la loro presenza questa bella classica dell’Assonautica Spezia. La solita piacevole e ricca premiazione, insieme con la lotteria finale e un abbondantissimo rinfresco, è stata la felice e degna chiusura di questa 21^ edizione.

Lascia una risposta