Un inizio con il botto !

con Nessun commento

Se lo scorso Campionato Autunnale del Golfo dei Poeti sembrava aver segnato un record, con ben 15 meteor a darsi battaglia e una classifica aperta fino all’ultima prova, il Campionato Primaverile 2019 è riuscito a fare ancora meglio. Ben 17 i meteor, con tutti i migliori timonieri schierati e pronti a confrontarsi senza timori o sudditanze. Al via anche due equipaggi del Circolo della Vela di Massa, che, dopo essersi fatti valere come timonieri e tattici ad altissimo livello nella vela d’altura, non hanno resistito al fascino della nostra barchetta, accettando la sfida degli amici spezzini. Campionato Primaverile che si è aperto con 5 bellissime prove disputate con un caldo sole e un vento moderato, tra i 5 e gli 8 nodi, ma soprattutto su un perfetto campo di regata, che per l’occasione ha vestito nuovi panni: tre giri su un percorso a bastone con la doppia boa a fine bolina. Tutti coloro che si aspettavano spettacolo non sono stati delusi, mentre coloro che si aspettavano la solita e facile passerella del team dei vice campioni italiani, Davide Sampiero, Cesare Boldrini e Sandrino Giumelli, un pizzico di delusione l’hanno sicuramente provata. Cinque prove e quattro diversi vincitori, in 4 punti i primi quattro e solo 8 i punti che dividono il quinto dall’ottavo. Due le vittime illustri per una bandiera nera issata dal bravo Comitato di Regata, per frenare l’elevato spirito agonistico in partenza. Questi i numeri del weekend di apertura del Campionato Primaverile del Golfo dei Poeti 2019.

La cronaca di sabato vede un solo protagonista, Franco Ferrari, che, con la sua Piripipetta e con al centro Elio Borio, vice campione mondiale nei Melges 32, e Massimo Terenziani a prua, incassa due primi nelle due prove disputate. Due vittorie nette, che non lasciano spazio a nessuno e impensieriscono non poco i diversi pretendenti alla vittoria finale. Lottano da giganti, su ogni bordo, su ogni strambata e giri di boa per le altre posizioni Grisù con Max D’Elia, Broomstick con Orrico, Serbidiola con Pucci, StaGalla con il capoflotta, Fringuello Mannaro con Rognoni, Top Yacht 2.0 con Antognetti e Pekora Nera con Sampiero. Gli altri equipaggi: Azezigioa con Porchera, Luicchio con Righetti, Zenzero con Gigliola, Enjoy con Colli, Warp con Coi e Passepartout con Gasperini, sembrano ancora un po’ in ritardo di forma, ma sempre pronti a rientrare non appena le condizioni lo permetteranno.

Domenica però è un altro giorno e, non appena Eolo si mostra ben disposto verso Comitato ed equipaggi, la prima prova va a Serbidiola, che, con Pucci Enrico al timone, papà Pucci Paolo alla tattica e centro, e Cianchi Lorenzo a prua, fa intendere che la sua presenza al Campionato Spezzino non è una pura formalità o cortesia. Analogamente il meritato terzo posto dell’altro equipaggio toscano, con Enrico Orrico al timone, Andrea Faconti al centro e Erminio Sandrini a prua, rappresenta un validissimo biglietto da visita per un promettente prosieguo. Ancora un secondo posto per il regolare Max D’Elia al timone di Grisù, con Luca Bettanin in centro e Daniel Chiesa a prua, ed un quarto per Davide Sampiero, al timone di Pekora Nera. Una regata molto spettacolare, con un arrivo incertissimo fino all’ultima boa. La seconda prova è incentrata prima sul duello fra Avance de Galera, con Michele Marin al timone, Roberto Capozza in centro e Paolo Vaccarone a prua, e StaGalla, con Biagio Pergola al timone, Lorenzo Cerruti al centro e Fabio Caleo a prua, e dopo sul duello per il secondo posto tra StaGalla e Serbidiola. Come sempre accade però, tra i due litiganti il terzo gode: è Broomstick di Orrico ad agguantare la seconda piazza su Serbidiola. La terza prova di giornata finalmente vede il prepotente ritorno di Davide Sampiero su Pekora Nera, che liquida Max D’Elia su Grisù e il bravissimo Andrea Porchera su Azezigioa, imbarcazione questa che corre per l’Associazione Due Colori nel Vento e imbarca al centro la bravissima non vedente Monica Perugna e Antonio Pancanti a prua. Solo quarta Piripipetta che nella giornata accumula un quinto posto e un BDF, che fortunatamente per lei scarta senza pregiudicare troppo la classifica provvisoria. Classifica provvisoria che, dopo cinque prove e il primo scarto, vede in testa con 10 p.ti Serbidiola seguita a 11 p.ti da Piripipetta, a 12 p.ti da Grisù, a 14 p.ti da Broomstick, a 16 p.ti da Pekora Nera e via via tutti gli altri, a cui ovviamente vanno i migliori complimenti e un gran “Buon Vento” per il prossimo weekend, in programma per il 23 e 24 marzo.

Lascia un commento